Succhi a Freddo

I succhi ottenuti con l’estrattore sono detti anche “succhi vivi” o “succhi a freddo”. La tecnologia utilizzata dagli estrattori infatti non produce calore durante la lavorazione degli ingredienti, in questo modo la frutta e la verdura mantengono inalterate tutte le loro proprietà nutritive per un succo “vivo” ricco di vitamine, ma anche di enzimi e sali minerali.

Proprio grazie a questo speciale sistema di estrazione senza lame, ma con vite di spremitura, gli estrattori a freddo consentono la preparazione di una grande varietà di succhi utilizzando anche frutta e verdura che non possono essere utilizzati con una normale centrifuga come ad esempio la frutta a polpa molle, la verdura a foglia e le frutta a guscio.

Grazie alla lenta rotazione della coclea l’estrattore di succo consente infatti di preparare non solo sani e gustosi succhi di frutta e verdura, ma anche sorbetti (utilizzando la frutta congelata), succo di erba grano e diversi tipi di latte vegetale. Di seguito  vi riportiamo alcune ricette con questi ingredienti che vanno ad integrare quelle già viste nelle sezioni “Estratti di Frutta e Verdura” ed “Estratti di Frutta”. 


Latte Vegetale

Il latte vegetale è una bevanda ottenuta dalla spremitura di diversi tipi di semi, cereali e frutta a guscio con acqua pura. Il risultato è una bevanda dal colore lattiginoso più o meno densa a seconda del quantitativo di acqua aggiunto alla frutta durante l’estrazione. Il latte vegetale così ottenuto è ricchissimo di nutrimenti, facile e veloce da fare rappresenta un valido sostituto per chi è allergico o intollerante al lattosio, ma è anche una sana alternativa ai latti vegetali della grande distribuzione che spesso subiscono trattamenti ad alte temperature che rovinano le proprietà nutritive e che possono contenere conservanti e zuccheri aggiunti.


latte di mandorla
latte di mandorla

Latte di Mandorla

  • mandorle
  • acqua pura qb

 

 

Preparazione: 

Lasciare in ammollo nell’acqua le mandorle per qualche ora, meglio ancora se tutta la notte, poi scolarle e sciacquarle sotto l’acqua corrente. Se volete un latte dal colore più chiaro potete togliere le bucce. Accendere l’estrattore e cominciare ad introdurre le mandorle alternandole con dell’acqua in modo da aiutare ad estrarne tutti i nutrimenti e gli oli essenziali. La quantità d’acqua utilizzata definirà la consistenza finale del latte, quindi se lo volete più denso mettetene di meno. Una volta pronto, potete decidere se gustare il latte di mandorla così com’è o se dolcificarlo con dello sciroppo d’agave o altro dolcificante a piacere.


latte di soia
latte di soia

Latte di Soia

  • Semi di soia
  • acqua

 

 

Preparazione: 

Lasciare in ammollo nell’acqua i semi di soia per qualche ora, meglio ancora se tutta la notte, poi scolarli e sciacquarli sotto l’acqua corrente. Accendere l’estrattore e cominciare ad introdurre la soia alternandola con dell’acqua in modo da aiutare ad estrarne tutti i nutrimenti e gli oli essenziali. La quantità d’acqua utilizzata definirà la consistenza finale del latte, quindi se lo volete più denso mettetene di meno. Una volta pronto, potete decidere se gustare il latte di soia così com’è o se dolcificarlo con dello sciroppo d’agave o altro dolcificante a piacere.


Latte-di-avena
Latte-di-avena

Latte di Avena

  • avena
  • acqua

 

 

Preparazione: 

Lasciare in ammollo i fiocchi d’avena per qualche ora e poi scolarli. Accendere l’estrattore e cominciare ad introdurre  i fiocchi ammorbiditi alternandoli con dell’acqua in modo da aiutare ad estrarne tutti i nutrimenti. La quantità d’acqua utilizzata definirà la consistenza finale del latte, quindi se lo volete più denso mettetene di meno. Una volta pronto, potete decidere se gustare il latte di avena così com’è o se dolcificarlo con dello sciroppo d’agave o altro dolcificante a piacere.


latte di anacardi
latte di anacardi

Latte di anacardi

  • anacardi
  • acqua

 

 

Preparazione: 

Lasciare in ammollo gli anacardi per qualche ora e poi scolarli. Accendere l’estrattore e cominciare ad introdurre gli anacardi alternandoli con dell’acqua in modo da aiutare ad estrarne tutti i nutrimenti. La quantità d’acqua utilizzata definirà la consistenza finale del latte, quindi se lo volete più denso mettetene di meno. Una volta pronto, potete decidere se gustare il latte di anacardi così com’è o se dolcificarlo con dello sciroppo d’agave o altro dolcificante a piacere.


Succo di Erba di Grano

Con il termine “erba di grano” solitamente si intendono i germogli di 10- 15 giorni di grano (o frumento), orzo. Questo tipo di germogli ha un elevato contenuto di sostanze indispensabili per il nostro organismo ed  è uno dei vegetali più completi nella sua offerta nutrizionale:

  • vitamine:  A, beta-carotene, B1, B2, B6, PP, C, E
  • minerali: Calcio, Ferro, Fosforo, Magnesio, Potassio, Zinco
  • acido folico e pantotenico
  • bioflavonoidi
  • clorofilla
  • antiossidanti come il SOD
  • amminoacidi essenziali
  • enzimi attivi

Il modo migliore per assumere l’erba grano è sotto forma di succo poichè risulta più potente ed energizzante. 30 ml al giorno di succo d’erba equivalgono a 1 kg di verdure verdi biologiche. Il succo ha un sapore gradevole e abbastanza dolce e si consiglia di assumerlo a stomaco vuoto, sorseggiandolo lentamente. Tenete presente inoltre che il succo di erba grano si ossida rapidamente ed è quindi meglio prepararlo sul momento.

erba grano
erba grano

Ingredienti: 

  • erba grano
  • 1 mela se necessaria

 

 

Preparazione: 

Tagliare l’erba grano separando lo stelo verde dal seme e dalle radici e sciacquarla sotto l’acqua. Accendere l’estrattore ed inserire l’erba grano a piccole manciate aiutandovi con l’apposito strumento per spingere gli alimenti. Se necessario, o per addolcire il succo, potete alternare l’erba grano con dei pezzetti di mela che aiuteranno anche l’estrazione del succo e il passaggio attraverso le maglie del filtro.