Centrifuga o Estrattore ?

Estrattore o centrifuga? Questa è la domanda topica che si pongono tutti coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo dei succhi freschi di frutta e verdura. La risposta non è semplice ed immadiata, ma presuppone una serie di approfondimenti per capire quali sono le sostanziali differenze tra le centrifughe e gli estrattori di succo. Affrontiamo ora insieme punto per punto tutte le varie differenze tra questi due tipi di prodotto in modo da aiutarvi a scegliere consapevolmente ciò che più fa per voi e per le vostre esigenze. Per approfondire l’argomento vi invitiamo inoltre a consultare le nostre guide sugli estrattori e il sito per scoprire invece tutti i segreti delle centrifughe.

BioChef ATLAS WHOLE_2
BioChef ATLAS WHOLE_2

Estrazione a Lama o a Vite?

La principale caratteristica che distingue un estrattore di succo da una centrifuga è il meccanismo utilizzato per estrarre il succo da frutta e verdura.

Le centrifughe utilizzano un sistema a lame rotanti che, dopo aver triturato gli ingredienti, spingono la polpa ottenuta verso il filtro grazie alla forza centrifuga. I piccoli fori del filtro separeranno la parte liquida dalla polpa lasciando  passerà solo il succo e trattenendo tutte le fibre. La dimensione dei fori del filtro determinerà la densità del succo ottenuto che potrà essere più o meno limpida. Anche nella centrifuga frutta e verdura possono essere inseriti con la buccia, tranne naturalmente nei casi in cui quest’ultima non sia troppo dura, ma tenete presente che le lame triteranno tutto assieme lasciando il succo un po’ torbido.

Gli estrattori di succo invece utilizzano un sistema a vite che non trita gli ingredienti, ma mastica letteralmente la frutta e la verdura schiacciandole contro le maglie del filtro. Gli estrattori infatti sono dotati di una coclea, o vite di spremitura, che in base al tipo di modello (orizzontale o verticale) può avere una forma a “cipolla” o allungata come una vera e propria vite. La coclea, ruotando lentamente, “cattura” nelle sue spire i pezzi di frutta e verdura schiacciandoli delicatamente per ottenerne il succo che, filtrato dal setaccio, viene raccolto nel contenitore interno dell’estrattore.

Come per la centrifuga, anche nell’estrattore di succo potrete inserire frutta e verdura con la buccia e non solo, non dovrete nemmeno eliminare il torsolo dalle mele o dalle pere perchè l’estrattore non trita le varie parti della frutta, ma le separa automaticamente lasciando un succo molto più limpido, ma altempo stesso più corposo e ricco di fibre.

centrifuga
centrifuga

Velocità di Lavorazione

La consequenza della diversa modalità di estrazione implica automaticamente anche una differente velocità di lavorazione con aspetti positivi e negativi in entrambi i casi.

La lama della centrifuga infatti gira molto velocemente con una velocità che varia tra i 6.000 e i 18.000 giri al minuto. Preparare un succo sarà quindi più veloce, ma di contro la velocità elevata produce anche molto calore che, a contatto con gli alimenti, innesca un processo chiamato “ossidazione” e altera le propietà principali di  frutta e verdura danneggiando sia le vitamine che gli enzimi con una conseguente diminuzione dell’effetto benefico del succo.

Gli estrattori di succo invece sono caratterizzati da una rotazione della coclea molto lenta che può variare tra gli 80 e i 40 giri al minuto. Questa rotazione lenta agisce in modo molto delicato su frutta e verdura proprio e non produce calore, per questo motivo questo tipo di estrazione è detta anche a freddo. Con l’estrattore dunque non c’è ossidazione dgli ingredienti che non venendo scaldati in alcun modo mantengono così perfettamente intatte tutte le vitamine, gli enzimi ed i valori nutritivi.

Valori Nutritivi

Come abbiamo visto nel capitolo precedente, le differenze tra estrattore e centrifuga non sono solo tecniche, ma anche e soprattutto legate al diverso effetto benefico dei succhi da loro prodotti.

I succhi di frutta e verdura ottenuti con l’estrattore a freddo sono molto più salutari poichè mantengono praticamente intatti tutti i valori nutritivi degli alimenti rendendoli subito disponibili ad essere assorbiti dal nostro organismo. Non solo le vitamine, ma anche gli enzimi.

estratti a freddo
estratti a freddo

Tipologie di Succhi

A causa del diverso tipo di estrazione ance la frutta e le verdure da utilizzare per i succhi saranno diversi tra centrifughe ed estrattori.

Con la centrifuga infatti è difficile, se non impossibile, ottenere del succo da certe categorie di frutta e verdura. Non solo non potrete utilizzare la frutta a polpa molle e le verdure a foglia, ma nemmeno la frutta secca o a guscio e i semi, particolarmente indicati per ottenere diversi tipi di latte vegetale.

L‘estrattore invece consente di ampliare di molto gli ingredienti dei vostri succhi spaziando dagli ingredienti più classici come le mele e le carote a quelli più inusuali che mai avreste pensato di bere in un succo come ad esempio il cavolo nero, le banane, le mandorle o la soia.

hotpoint
hotpoint

Quantità di Succo e Scarti

Il diverso meccanismo alla base di centrifughe ed estrattori ha delle conseguenze anche sulla quantità di succo ottenuta e sulla tipologia di scarti.

L’estrattore grazie alla tecnologia ad estrazione lenta consente di ottenere dalla stessa quantità di frutta e verdura molto più succo rispetto ad una centrifuga. Di conseguenza anche la quantità di scarti sarà diversa: con la centrifuga gli scarti saranno non solo maggiori, ma anche più umidi il che significa che una buona quantità di succo verrà gettata insieme agli scarti.

L‘estrattore invece avrà scarti molto più asciutti e in quantità nettamente inferiore. Inoltre, nel caso gli scarti risultassero ancora un po’ bagnati con l’estrattore è possibile ripassarli in modo da ottenere il maggior succo possibile fino al 20, 30% in più rispetto ad una centrifuga.

differenza-tra-estrattore-e-centrifugadifferenza-tra-estrattore-e-centrifuga
differenza-tra-estrattore-e-centrifuga

Durata e Conservazione dei Succhi

Abbiamo visto come il calore prodotto dalla centrifuga produca ossidazione nella frutta e nella verdura che oltre a perdere molti valori nutritivi sono anche più soggette a scurirsi e a degradarsi velocemente. I centrifugati infatti hanno una vita molto breve e devono essere bevuti a breve distanza dalla spremitura prima che comincino a cambiare colore e sapore. Inoltre,  dopo poco tempo la parte più densa del succo tende a separarsi da quella più liquida creando nel bicchiere due strati separati poco gradevoli sia alla vista che al palato.

Quando si fa un succo fresco l’ideale è berlo immediatamente in modo da poter assumere il maggior numero di vitamine e nutrimenti possibili. Non sempre però abbiamo il tempo di preparare un succo fresco ogni volta che lo desideriamo, in questo senso l’estrattore può essere una buona soluzione. Il succo prodotto con un estrattore a freddo infatti si deteriora molto più lentamente rispetto a quello di una centrifuga e può essere conservato in frigorifero anche fino a 48 ore dalla preparazione. Ovviamente non sarà la stessa cosa di berlo appena estratto, ma nonostante il colore possa alterarsi leggermente, il sapore rimarrà invariato consentendovi di assumere comunque una buona dose di vitamine a cui altrimenti dovreste rinunciare.

prezzo
prezzo

Prezzo

Come ultima differenza da tener presente prima di scegliere una centrifuga o un estrattore è il loro prezzo.

Purtroppo infatti gli estrattori sono abbastanza cari e, anche quelli di fascia più bassa si aggirano comunque intorno ai 100 euro mentre quelli di fascia più alta possono arrivare anche a 400, 500 euro. Le centrifughe invece hanno una gamma di prezzi più varia ed è possibile trovare ottimi modelli anche con una spesa minima.

Il prezzo è ovviamente in relazione anche al tipo di utilizzo che intendete farne, se infatti cercate un elettrodomestico che vi consenta di tanto in tanto di fare qualche buon succo una centrifuga di fascia media andrà più che bene per il vostro scopo. Ma, se state pensando di cambiare o migliorare il vostro stile di vita inserendo nella vostra alimentazione quotidiana anche i succhi freschi, secondo la nostra opinione, vale la pena investire in un buon estrattore. Consultate